Menu

I Royal Botanic Gardens di Kew

Posted by : On April 7, 2015  |  No comment

I Royal Botanic Gardens di Kew

E’ un museo vivente formato da piante, paesaggi, padiglioni e stature. I 120 ettari di giardino, con splendidi esemplari di alberi e piante, fanno parte di un istituto di ricerca botanica. I visitatori restano a bocca aperta di fronte ad alcune delle 50.000 specie vegetali ed esplorano le serre stracolme di gigli e orchidee. Dietro le quinte, intanto, da più di un secolo questo è un centro per l’identificazione e la distribuzione delle piante da tutto il mondo.

In ogni caso, non sono necessarie particolari competenze botaniche per scoprire la straordinaria bellezza di questi giardini nati come due proprietà nettamente distinte. La parte a ovest lungo il fiume, rientrava nei confini della tenuta di campagna di Giorgio II e della regina Carolina White lodge, sul Richmond Estate. Capability Brown vi creò il lago originale e la valletta, oggi piantata a rododendri. La parte orientale, invece, era la tenuta di Kwe (circa 3,6 ha), nel cui palazzo viveva la principessa Augusta, vedova del principe Federico. Ora squisitamente ristrutturato, fu costruito nel 1631 da un mercante londinese di origine olandese (da cui i tetti spioventi=. Nel. 1759 la principessa si appassionò al giardinaggio. Nel 1761 il suo architetto, sir Williamo Chambers progettò l’Orangerie, che oggi ospita una Tea House, e la Pagoda, edificio di dieci piani simbolo di Kew. Giorgio III, salito al trono nel 1760, ereditò entrambe le proprietà dalla madre, la principessa Augusta, e dal nonno, Giorgio II. Giorgio III restò nel minuscolo Kew Palace e presto assunse Sir Joseph Banks per ampliare e piantare i due giardini oggi uniti. Durante i suoi viaggi con James Cook, Banks aveva raccolto diversi esemplari e mandò i giardinieri in cerca di ulteriori piante. La tenuta fu ingrandita con altri terreni, e nel 1841 i giardini vennero donati al Paese sotto la direzione di Sir William Hooker, che fondò il Dipartimento di botanica economica, i musei, l’erbario e la biblioteca. Nel 1844 fu realizzata la prima serra progettata ad hoc. In seguito, W.A. Nesfield, che lavorò anche a Régent’s Park creò i quattro grandiosi viali alberati: Pagoda Vista, Broad Walk, Holly Walk e Cedar Vista. Progettò inoltre il lago e lo stagno, mentre il figlio, W.E. Nesfield, disegnò la deliziosa Temperate House Lodge nel 1866-1867, una delle migliori costruzioni in stile revival regina Anna della capitale. Si noti il fine dettaglio degli alti camini centrali. In qualsiasi stagione, a Kew c’è sempre qualcosa di eccezionale da ammirare. Kew Palace o l’Orinerei sono un buon punto di partenza per esplorare l’incanto di un giardino perfetto. In primavera, fioriscono giunchiglie, crochi, tulipani e giacinti, specie attorno al Queen Charlotte’s Cottage. All’inizio dell’estate, tra cespugli e alberi sono in fiore azalee, magnolie, rododendri e ciliegi (c’è una bella vista su Syon House dall’estremità del viale delle azalee). Dopo i colori autunnali, l’inverno porta le fioriture del prunus, nell’Hat Garden presso la Pagoda e nelle serre. Le viste progettate da Nesfield sono sempre splendide, così come i boschetti di salici, faggi e betulle. Ogni albero ha una targhetta che indica il paese d’origine.

aggiungere un commento

WP-SpamFree by Pole Position Marketing

RICHIEDI UN PREVENTIVO
GRATUITO